Le Ciaspole (Racchette da neve)

on Giovedì, 10 Novembre 2011. Posted in Guide Visite: 5994

Guida alla scelta delle ciaspole adatte

5.0/5 di voti (2 voti)

La neve ha fatto la sua comparsa sulle "nostre" montagne e si può dire che, per noi che frequentiamo la montagna ha inizio proprio ora con questo cambio d'abito la stagione invernale. Le ciaspole o racchette da neve sono lo strumento più semplice che ci consente, senza possedere particolari abilità di accedere a tutti quei luoghi che abbiamo frequentato durante il periodo estivo anche in inverno, tenendo però presente che l'ambiente è notevolmente cambiato con un paesaggio totalmente diverso, e che ci sono maggiori rischi che non devono essere sottovalutati.

Inizialmente erano di legno e consentivano spostamenti in regioni pianeggianti senza sprofondare nella neve, poi si sono evolute e oggi sono diventate un attrezzo di larga diffusione, che consente di salire anche tratti in forte pendenza e di seguire praticamente tutti gli itinerari proposti per gli scialpinisti.

Nei negozi se ne trovano di molti tipi ma quali sono le più adatte?

 

 

 

Diciamo subito che sono inadatti tutti i modelli che non sono provvisti di attacchi snodabili, questi consentono una facile progressione anche su terreni in pendenza. Per avere poi un maggiore "grip" bisogna assicurarsi che nella parte inferiore sia presente un buon ciaspolenumero di ramponi in acciaio, meglio ancora se c'è un rampone sotto la punta del piede che consente una maggiore presa in salita. Altro particolare indispensabile è l'alzatacco, alcuni modelli consentono di azionarlo comodamente con la punta del bastoncino. Bisogna poi fare attenzione al tipo di attacco utilizzato per fissarsi allo scarpone, ci ne sono di diversi tipi, ma bisogna assicurarsi che il fissaggio avvenga nel modo più semplice, sicuro e veloce possibile, gelarsi le dita per fissare delle racchette da neve non è una bella cosa... Utili anche se non indispensabili, se pensate di effetture dei traversi su pendio, sono le lame laterali che consentono una buona tenuta in queste situazioni.  Per quanto riguarda i materiali sono ottime sia quelle in materiale composito che in alluminio. Il modello a noi più giusto va inoltre scelto in base al proprio peso corporeo, solitamente i costruttori indicano per ogni modello il peso minimo e massimo per cui sono state progettate. Oltre alle ciaspole durante l'attività invernale bisogna considerare l'acquisto di un buon paio di ghette in materiale traspirante come il gore-tex, bisogna assicurarsi inoltre, che gli scarponi usati durante la stagione estiva siano ancora impermeabilizzati. Indispensabili anche i bastoncini telescopici e un vestiario adeguato alle condizioni che dovremo affrontare.

 

Più importante di tutto invece è la dotazione di sicurezza, non deve mancare ARVA pala e sonda associate ad una adeguata preparazione. Non si deve infatti mai dimenticare che l'ambiente invernale è totalmente diverso da quello estivo, e i sentieri, le strade sterrate, possono essere irriconoscibili rispetto qualche mese prima.Pendio innevato Bisogna informarsi sempre sull'itinerario che abbiamo intenzione di percorrere, se ci sono zone a rischio, sul pericolo valanghe e meteo (utilizzando gli appositi siti). Bisogna pianificare l'itinerario in base alle proprie capacità e a quelle delle persone che ci accompagnano, tenendo in considerazione che le giornate sono molto più corte.

 

Autore

Omar Cauz

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.