TwoNav Android Vs TwoNav Aventura

on Giovedì, 01 Novembre 2012. Posted in Recensioni Visite: 5259

Scegliere il giusto GPS per outdoor senza spendere troppo

3.6/5 di voti (5 voti)

E' veramente necessario acquistare un GPS specifico per outdoor, oppure con i moderni smartphone che ci portiamo sempre appresso possiamo svolgere anche questa funzione? 

Ormai tutti gli smartphone in commercio sono dotati di GPS incorporato, inoltre, sono disponibili diverse app che consentono di registrare la traccia che stiamo percorrendo, visualizzarla sul display del telefono e condividerla con altri utenti via mail ecc... Per questa prova abbiamo messo i due dispositivi alla pari, utilizzando lo stesso software, TwoNav, installato su di un Samsung Galaxy Note e sul GPS specifico per outdoor TwoNav Aventura che consente la navigazione offline.

TwoNav Android AventuraCon lo stesso software in dotazione, i due GPS, sono in grado di effettuare le stesse funzioni, per cui, utilizzando CompeGPS abbiamo trasferito le stesse mappe sia sull'Aventura che sul Note. La principale differenza tra i due dispositivi e, che balza subito all'occhio guardando la foto accanto, è l'enorme e più luminoso display del Note, per contro nel TwoNav Aventura sono disponibili alcuni pulsanti di controllo e il piccolo joystick. Le dimensioni sono invece comparabili, se il Note è più grande come rettangolo, l'Aventura è notevolmente più spesso, anche perchè dotato di "guscio" di gomma che consente di proteggere ogni sua parte da umidità e polvere.

Utilizzo sul campo:

Ho utilizzato i due GPS in contemporanea per quasi tutta l'estate, e per una scialpinistica in Marmolada. I due GPS riescono ad "agganciare" il segnale dei satelliti in un tempo comparabile, il Note ci impiega mediamente qualche secondo in meno, forse perchè nell'individuare la posizione fa uso oltre che dell'antenna GPS anche del segnale telefonico. Per quanto riguarda la navigazione nelle varie funzioni, l'apertura delle mappe, lo scorrimento delle mappe offline, il Note è molto più performante, grazie sopratutto al processore da 1,4MHz. Per quanto riguarda il display, con il Note, grazie allo schermo da 5,3 pollici, è possibile visualizzare una più ampia parte delle mappe, mentre la visibilità sotto la piene luce del sole, è migliore sull'Aventura. Altro discorso è il touch screen, molto reattivo ma inutilizzabile con i guanti sul Note, mentre molto meno preciso, ma utilizzabile anche con i guanti sull'Aventura, quest'ultimo dotato dei tasti funzioni, con i quali si può comandare in ogni sua parte il dispositivo. Il TwoNav Aventura è inoltre fornito di corredo con un aggancio per il manubrio per la bicicletta, mentre il telefono, richiede di un adattatore fornito da altri costruttori che non sempre può essere reperibile per lo smartphone utilizzato, inoltre un dispositivo di questo tipo non lo vedo molto bene agganciato su di una bicicletta... Per quanto riguarda la durata della batteria, anche se questa varia a seconda del cellulare Android utilizzato, con ll Note, disattivando la connessione dati, dopo escursioni di 7 ore, la batteria era ancora al 70%, mentre il TwoNav Aventura  la durata arriva a 22 ore di contiunuo utilizzo.

Precisione del GPS:

Nella mappa seguente ho riportato le due tracce rilevate dai due GPS durante il Giro del Pelmo, ho scelto questo itinerario come rappresentativo, perchè mette sotto stress i dispositivi, cambiando tutti i versanti di esposizione, e passando molto vicino alle pareti rocciose (Val d'Arcia) che ostruiscono la connessione con i satelliti. La traccia in blu è quella rilevata dal Samsung Galaxy Note, mentre quella rossa è del TwoNav Aventura. Come si può vedere le tracce procedono sempre quasi sovrapposte per tutto l'itinerario, mentre ci sono delle divergenze proprio quando c'è il passaggio della Val D'Arcia, quando il TwoNav Aventura sembra perdersi un po' e fare una traccia meno lineare, e diversa da quella rilevata anche dalle Open Street Map.

{WISroGIS map_id='93' ~}

 

Se andiamo ad analizzare invece il grafico dell'altitudine, TwoNav Android in linea blu, mentre TwoNav Aventura in rosso:

Aventura vs Android altitudine

Possiamo notare una grossa divergenza di circa 100m tra i due dispositivi, alla partenza, mentre all'arrivo l'altitudine rilevata è la stessa. Anche in questo caso è il TwoNav per Android a rilevare subito l'altitudine corretta, mentre il TwoNav Aventura, si riallinea dopo circa 2Km. Ricordo che il Note è uno dei pochi smartphone con sensore barometrico.  Si può inoltre riscontrare una differenza nella distanza registrata di 370m dovuta sicuramente alle differenze nel tratto vicino alla parete rocciosa.

Conclusioni:

Come abbiamo visto, ormai i due dispositivi hanno prestazioni simili, anzi lo smartphone Android è risultato superiore al GPS per outdoor nel rilevamento della traccia, nella velocià di acquisizione del segnale, nella velocità di navigazione e anche nel rilevamento dell'altitudine. Possiamo senza dubbio dire che per un utilizzo del GPS, per trekking in estate, lo smartphone è più che sufficente, mentre se si vuole utilizzarlo sulla mountainbike, oppure in inverno con i guanti, è preferibile acquistare un GPS specifico per outdoor. E' da tenere in considerazione inoltre, con lo smartphone l'acquisto di una batteria esterna per prolungarne la durata.

 

 

Autore

Omar Cauz

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.