• Stagione consigliata: Estate
  • Dislivello: 1300
  • Difficolta': Alpinistiche
  • Mappa tabacco: 021
Monte Caserine Alte
  • Punti di appoggio: Rifugio Pussa (940m), Casera Senons (1323m)
  • Periodo: Agosto 2013
  • Partenza: parcheggio del Rifugio Pussa (930m)
  • Acqua: Disponibile a Casera Senons

 

Cima poco conosciuta, e poco frequentata, che presenta una salita con passaggi di I grado con brevi tratti esposti, itinerario lungo e faticoso adatto solo a escursionisti esperti ed allenati. Straordinario il panorama dalla vetta, un angolo di paradiso!

RELAZIONE:

Dalla Valcellina si seguono le indicazioni per Claut, appena passato il ponte prima del paese si prende sulla sinistra la stradina della Val Settimana, e passato il casello con pedaggio di 5 euro (2013). Si percorre la stradina sino al rifugio Pussa dove si può parcheggiare comodamente l'auto.

Si prende a salire lungo la carareccia che risale con moderata pendenza la Valle di Senons fino a raggiungere l'omonima Casera. Si attraversa seguendo il sentiero in direzione Sud-Est per poi iniziare a salire su buona traccia nel bosco di larici. Il sentiero si sposta a risalire un pendio con grossi massi e vegetazione via via più rada. Bellissima la vista da qui del Dente del Senons. Si abbandona ora il sentiero CAI in favore della ben visibile traccia che sale in Forcella delle Pedole. Dalla forcella inizia il sentiero alpinistico, che però è sempre ben segnato da bolli rossi e con traccia ben visibile. Si percorre un primo tratto tra roccette che consente l'accesso ad un pendio erboso nel versante orientale, risalitolo si guadagna la spalla e si inizia a salire tra roccette, si passa su una crestina esposta e poi di nuovo su passaggi tra roccette fino ad un camino di qualche metro da risalire. La parte superiore è costituita da sfasciumi e porta facilmente sino alla cima del Monte Caserine Alte. Bellissimo il panorama da qui, in particolare sul Monte Pramaggiore posto proprio di fronte. 

Per la discesa si percorre a ritroso lo stesso itinerario dell'andata.

 

 

 

Omar Cauz

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.