Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z #

OSA


Itinerari per Ottimi Sciatori Alpinisti:

OSAOttimo Sciatore. Ottima padronanza dello sci anche su terreno molto ripido, con tratti esposti e passaggi obbligati. Con qualche tratto Alpinistico.

Sass dai Ciamorces (2999m) e Val Culea
  • Difficoltà: Scialpinismo OSA
  • Dislivello: 1200
  • Stagione Consigliata: Inverno Primavera
  • Mappa tabacco: 07
  • Visite: 6152
  • 0.0/5 rating (0 votes)

Sass dai Ciamorces (2999m) e Val Culea

 

Il gruppo del Sella, in inverno è il paradiso dei Freeriders e dei scialpinisti, consente delle bellissime e varie discese nei diversi canali e valli che lo solcano, offrendo angoli sempre nuovi e da scoprire. In questo itinerario andiamo a percorrere la Val Culea e a raggiungere il Sass dei Ciamorces. Possono essere utili ramponi e picozza nella salita della Val Culea. Da percorrere solo con nevi stabili, fattibile anche in stagione avanzata.

Forcella Sagron (2118m)
  • Difficoltà: Scialpinismo OSA
  • Dislivello: 900
  • Stagione Consigliata: Primavera
  • Mappa tabacco: 025
  • Visite: 3086
  • 0.0/5 rating (0 votes)

Forcella Sagron (2118m)

 

E' possibile da Forcella Sagron raggiungere la Cima del Coro. Gita da effettuarsi solamente con nevi stabili, dopo aver aspettato che i pendii scarichino, il periodo consigliato è quello primaverile.

Tofana di Rozes (3225m) Scialpinismo
  • Difficoltà: Scialpinismo OSA
  • Dislivello: 1100
  • Stagione Consigliata: Primavera
  • Mappa tabacco: 03
  • Tag: Dolomiti
  • Visite: 9545
  • 0.0/5 rating (0 votes)

Tofana di Rozes (3225m) Scialpinismo

Gita scialpinistica impegnativa che consente di raggiungere una delle massime cime delle Dolomiti. Da percorrere solamente con le nevi sicure del periodo primaverile. Vietato sbagliare nel tratto finale che porta in vetta. Indispensabili piccozza e ramponi.