• Stagione consigliata: Inverno Primavera Estate Autunno
  • Dislivello: 900
  • Difficolta': Facile
  • Mappa tabacco: 012
Anello Costa Grande e Monte Caseratte (1264m)
  • Punti di appoggio: nessuno
  • Periodo: Febbraio 2009
  • Partenza: Santuario di Madonna del Monte - Aviano - (340m)
  • Acqua: Sorgente Val d'Aga

 

Costa Longa, Costa Templar e Costa Grande sono le dorsali che scendono dal Piancavallo sino alla Pianura Pordenonese, caratterizzate tutte da un percorso su terreno erboso e da splendida vista sulla pianura vicina. In questa escursione, affronteremo la salita al sentiero Costa Grande, sino a raggiungere una modesta cima, il Monte Caseratte.

RELAZIONE:

panorama caseratte

 

La partenza avviene dal parcheggio del santuario di Madonna del Monte, raggiungibile in auto con una buona strada che sale dall'abitato di Costa in comune di Aviano.

Dal parcheggio si continua a piedi lungo la strada che sale sino in località Bornass per ricongiungersi con quella del Piancavallo, e in prossimità del primo tornante a sinistra si prende il sentiero Costa Grande (tabella con indicazioni). Il sentiero prende a salire immediatamente, e dopo pochi passi nel bosco ci si trova nel prato che ci accompagnierà per quasi tutta la salita. Si costeggia una recinzione e proseguendo con buona pendenza si giunge al bivio  per la Val d'Aga e il Pradalto (circa metà salita). Da qui, prendendo a destra si sale su terreno ora a fondo sassoso, sul fianco sinistro della dorsale per poi spostarsi verso destra e con alcuni ripidi tornanti guadagnare quota. Ora si mostra di fronte a noi la cima della Pala Fontana e più a est la Pala d'Altei. L'ultimo tratto della salita è un po' più dolce fino al Pradalto. Da qui si può scendere verso la strada oppure salire ancora di qualche metro su percorso libero sino alla cima del Monte Caseratte (1264m). Per la discesa bisogna puntare verso ovest al traliccio per telecomunicazioni, aggirando il vallone che scende dal Monte Caseratte, sino ad incontrare il cartello con le indicazioni prossimo alla strada forestale della Candaglia. Il primo tratto in discesa è su terreno sassoso con buona pendenza, e si incrociano dapprima il bivio per la Bornass, poi quello per la sorgente di ValD'Aga ed infine quello che riporta al sentiero Costa Grande. Noi proseguiamo lungo il sentiero CAI 985. Superata una piccola lapide bisogna fare attenzione a girare dopo pochi metri sulla sinistra. Il sentiero  ora più comodo porta dapprima ad incrociare la strada asfaltata e poi al punto di partenza.

Omar Cauz

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.