• Stagione consigliata: Inverno
  • Dislivello: 700
  • Difficolta': Media
  • Mappa tabacco: 025
Monte Rite invernale
  • Punti di appoggio: Rifugio Remauro
  • Periodo: gennaio 2009
  • Partenza: Forcella Cibiana (1520m)
  • Acqua: Non disponibile in inverno

Il Monte Rite è una cima non molto alta, posta al termine della Valle del Boite. Dalla sua cima si gode di un impareggiabile panorama a 360° dei suoi imponenti vicini. Questa postazione privilegiata è stata utilizzata anche durante la prima guerra mondiale e il forte qui costruito, oggi ospita il museo delle nuvole. Per le operazioni militari è stata costruita una strada che sale sino in vetta ed è un percorso ideale per una escursione con le Ciaspole.

RELAZIONE:

 panorama dal monte rite

Per giungere a Forcella Cibiana, dove si può lasciare l'auto si può percorrere la strada che proviene da Forno di Zoldo, oppure salire da Venas di Cadore.

Il percorso è molto semplice; bisogna percorrere tutti e 7 i tornanti che salgono sino in vetta. La pendenza non è mai troppa, anzi, molte volte si vorrebbe che la strada salisse un po' più ripidamente. A quota 2000m si entra in una galleria (solitamente in inverno la strada è battuta sino a qui dalle motoslitte) che consente di evitare un tratto esposto, e subito dopo si incontra una caserma non da molto ristrutturata. Da qui si può salire più direttamente il pendio verso nord puntando verso Forcella Deona. Di li a poco proseguendo verso est si giunge in vetta.

Il panorama è stupendo a 360°, dove dominano, il Pelmo, l'Antelao, il Civetta, il Bosconero e il Sassolungo di Cibiana.

Per il ritorno si percorre a ritroso il percorso dell'andata, e volendo si può tagliare qualche tornante in discesa.

Omar Cauz

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.