• Stagione consigliata: Inverno
  • Dislivello: 1300
  • Difficolta': MSA
  • Mappa tabacco: 022
Forcella dei Vani Alti (2529m)
  • Punti di appoggio: Bivacco Menegazzi (1737)

  • Periodo: Gennaio 2009

  • Partenza: Faustin (1248) Sarasin Passo Cereda

  • Acqua: Non disponibile

La Forcella dei Vani Alti, incassata tra la Cima S.Anna e la Cima Vani Alti nel gruppo del Sass d'Ortiga, è una meta scialpinistica non molto conosciuta, ma molto bella in uno dei luoghi più piacevoli delle Pale di San Martino.

RELAZIONE:

In auto da Agordo si segue la strada verso il Passo Cereda, giunti a Sarasin si gira a destra fino al piccolo borgo di Faustin dove si parcheggia (a volte è possibile proseguire e parcheggiare alle Baite Domadori).

Messi gli sci si sale fino alle Baite di Domadori poi sempre per stradina verso est fino ad un ripiano dove si prende il sentiero CAI 720 che ci porta, fuori dal bosco, nel pascolo della Casera CavalieraSuperata la casera in breve raggiungiamo il Bivacco Menegazzi 1737m (nel nostro caso sotto una fitta ma breve nevicata), oltre il quale individuiamo il percorso migliore per raggiungere l'ormai evidente forcella. Per ampi e facili pendii, che vanno man mano restringendosi ed impennandosi si raggiunge con gli sci ai piedi la stretta Forcella dei Vani Alti (S3-S4), eventualmente con neve dura possono essere utili i rampant. 

Per la discesa si segue la via di salita.

 

Note dell'autore

Per questo itinerario sono necessarie nevi assestate nella parte alta, mentre fino al Bivacco Menegazzi (escursione semplice e rilassante adatta anche ai principianti) è fattibile in ogni condizione, anche dopo recenti nevicate.

Dal bivacco è possibile, sempre con nevi assestate, scegliere di proseguire verso la Forcella delle Mughe (2244m) famosa per essere l'attacco di una delle vie di roccia più belle e ripetute del gruppo, lo Spigolo Ovest del Sass d'Ortiga.

 

Gigi

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.