Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.cliccando su attiva cookies, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Forcella della Neve

  • Stagione Consigliata: Inverno
  • Dislivello: 700
  • Difficolta': MS
  • Mappa tabacco: 03
Forcella della Neve
  • Punti di appoggio: nessuno
  • Periodo: dicembre 2012
  • Partenza: skilift dismesso "torre del Diavolo"
  • Acqua: non disponibile

Classico e solitamente affollato itinerario di scialpinismo tra i Cadini di Misurina, che sono tra i luoghi più "nevosi" delle Dolomiti, per questo affrontabile solitamente anche ad inizio e fine stagione. Il percorso non è impegnativo sia dal punto di vista del dislivello da superare che della difficoltà.

RELAZIONE:

Da Cortina o Auronzo si procede sulla statale 48, e poi per Misurina, si costeggia la strada lungo lago, e alla sua estremità si prende per il Lago Antorno, lasciando l'automobile poco dopo, nel comodo parcheggio accanto alle piste da fondo.

Si prende a salire la pista da sci dismessa, e invece di salirla integralmente, possiamo svoltare a sinistra per un tratto in leggera pendenza, inoltrarci nel bosco e poi prendere a destra la stradina, dopo il traverso incrociamo nuovamente la pista e continuiamo sulla strada innevata sino al termine della pista. Ci troviamo ora in un tratto piano, costellato da grandi massi che attraversiamo. Si riprende a salire l'ampia valle passando accanto alla mitica Torre del Diavolo, sulla sinistra, e poi a destra, Forcella degli Angeli, anch'essa impegnativa meta di scialpinismo. L'ultimo tratto  di salita che da accesso alla forcella è il più ripido dell'itinerario e spesso ghiacciato.

Per la discesa si procede per lo stesso percorso della salita, facendo attenzione a "saltare" il tratto costellato dai grandi massi tenendosi sui pendii di sinistra, poi seguendo integralmente la pista da sci dismessa.

 

 

Leave a comment

You are commenting as guest.