• Stagione consigliata: Inverno
  • Dislivello: 1100
  • Difficolta': MS
  • Mappa tabacco: 012
Monte Cornor (2170m) dalla Val Salatis
  • Punti di appoggio: Casera Pian de le Stele (1421m)
  • Periodo: marzo 2011
  • Partenza: C.ra Pal (1054m)
  • Acqua: Non disponibile in inverno

 

La salita al Monte Cornor dalla Val Salatis, rappresenta una bella alternativa alla più classica scialpinistica dal versante sud, e consente di trovare nevi abbondanti anche in primavera. Utili i ramponi per il tratto di cresta che porta in cima.

RELAZIONE:

 

Da Tambre si raggiunge il paese di Pianon, proseguendo lungo la strada, si raggiunge il comodo parcheggio di Casera Pal.

Sul retro della casera, parte la strada con segnavia CAI 924, che dopo alcuni tornanti, ci immette in Val Salatis. Si incontrano dapprima i ruderi di quella che era Casera Astor, si passa poi accanto alla Stalla Campitello, ed infine proseguendo in Val Salatis si giunge a Casera Pian di Stelle (posto di bivacco di emergenza) dove la stradina termina. Ora si abbandona il sentiero CAI 924 che porta al rifugio Semenza, per salire direttamente a destra in Val Bona. Incontriamo subito una prima rampa che consente di accedere al bosco soprastante, proseguendo sempre nel fondo della valle, passiamo in mezzo ad alcuni grossi massi, per giungere ad una seconda rampa che consente di accedere alla parte alta e più aperta della Val Bona. Passiamo sotto alle pendici del monte Castelat, e proseguendo sul fondo della valle ci appare il Monte Cornor e più a destra Forcella Cornor, che andiamo a risalire con pendenza via via crescente. Giunti in forcella risaliamo la breve cresta, spesso ventata che ci porta alla vetta del Monte Cornor. Dalla cima si gode di un ottimo panorama che spazia da tutte le vette dell'Alpago sino alle Dolomiti e oltre.

Per la discesa si percorre a ritroso l'itinerario di andata.

Omar Cauz

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.