• Stagione consigliata: Estate
  • Dislivello: 1100
  • Difficolta': EE
  • Mappa tabacco: 021
Anello bivacco Marchi Granzotto porton Monfalconi
  • Punti di appoggio: Bivacco Marchi-Granzotto (2152m), Rif. Pordenone (1249m).
  • Periodo: ottobre 2009
  • Partenza: Parcheggio Rif. Pordenone (1163m)
  • Acqua: Sorgente a 15 min. dal Bivacco

 

Bellissimo percorso ad anello che consente di visitare una delle formazioni più caratteristiche delle Dolomiti Friulane. La salita al Porton dei Monfalconi è però consigliabile solo ad escursionisti esperti, ed è sconsigliabile in caso di nebbia. Al  bivacco si può accedere più facilmente per il comodo sentiero CAI 359.

RELAZIONE:

 

Dal paese di Cimolais si seguono le indicazioni per il rifugio Pordenone, si oltrepassa il casello di Ponte Compol (pedaggio di 6€/auto tutte le domeniche "anno 2009") e si prosegue sino al parcheggio del rifugio dove si può lasciare l'auto.

Dal parcheggio si oltrepassa la sbarra seguendo la stradina contrassegnata CAI 361, che in breve ci porta sui prati di Casera Meluzzo, sino ad attraversare un guado sul torrente solitamente in secca. La strada ora prosegue sul greto del torrente sino a giungere al bivio con la Val Postegae. Continuando sul sentiero CAI 361, che per un ultimo tratto ridiventa strada forestale, ci si riporta sul greto della valle, che va risalita con continui attraversamenti sino al bivio per Casera Binon. Dal bivio, svoltando a sinistra (sent. CAI 359) si attraversa il prato di quella che era la Caseruta dei Pecoli (Diroccata), salendo poi con buona pendenza in mezzo al bosco. Man mano che si guadagna quota iniziano ad aprirsi dei bellissimi scorci sulla Val di Brica, il sentiero porta a toccare quasi la parete grondante d'acqua della Cima dei Pecoli, e con un facile salto su roccia raggiungiamo la parte alta della Val Monfalcon di Forni. Sulla nostra destra appare il Porton dei Monfalconi, una delle attrazioni del Parco delle Dolomiti Friulane. Se si vuole raggiungere il Porton, bisogna risalire direttamente il canale di detriti che scende proprio da questo, altrimenti si può proseguire su più comodo sentiero. Dal Porton dei Monfalconi, proseguendo verso sinistra su ghiaia in direzione del bivacco, si oltrepassa una spalla rocciosa e da questa si incontra una traccia di sentiero che agevola la discesa e porta a raggiungere, senza grosse perdite di quota, un dosso erboso posto proprio di fronte al bivacco, e da quest'ultimo in breve e su percorso libero al bivacco.

Dal bivacco si prosegue sul sentiero CAI 349 che con dei comodi tornanti ed accompagnati da uno splendido panorama, risale sino a Forcella Leone, porta di accesso alla Val Monfalcon di Forni. Oltrepassata questa si va a scendere con un lungo traveso su ghiaia, sino a raggiungere un tratto erboso dove si incontra il bivio per Forcella Cimoliana (non prendetelo mai in salita). Proseguendo sul sentiero CAI 349, dopo un lungo tratto su ghiaione ci si inoltra nuovamente nel bosco sino al Rifugio Pordenone, e da quest'ultimo a breve al parcheggio.

Omar Cauz

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.