• Stagione consigliata: Estate Autunno
  • Dislivello: 900
  • Difficolta': EE
  • Mappa tabacco: 06
Anello del Lago Antermoia
  • Punti di appoggio: Rif. Catinaccio,  Rif. Vaiolet, Rif. Preus, Rif. Passo principe, Rifugio d'Antermoia, Rifugio Dona.
  • Periodo: Luglio 2012
  • Partenza: Ciampedie (stazione arrivo funivia, 2000m)
  • Acqua: non presente

Bellissimo, ma purtroppo molto frequentato itinerario che consente di camminare tra le più famose montagne delle Dolomiti. Spettacolare la vista sui verdi prati della Val de Dona dal Pas de Dona. Per rientrare alla partenza è necessario prendere l'autobus a Fontanazzo.

RELAZIONE:

Dalla stazione di arrivo della Funivia, in località Ciampedie, si prosegue seguendo il facile sentiero CAI 540 sino a raggiungere in sequenza i rifugi Catinaccio, Gardecia, poi su strada forestale sino agli adiacenti rifugi Preuss e Vaiolet. Da qui ci si porta nuovamente su facile sentiero a risalire l'alta Val Vaiolet sino al Passo Principe e all'adiacente rifugio Passo Principe. Si prosegue verso est passando sotto alla parete del Catinaccio d'Antermoia che andiamo ad aggirare sino al Passo d'Antermoia, 2270m, punto più alto di questo itinerario. Dal passo si ha accesso al Valon de Antermoia , incrociando dapprima il sentiero che scende dalla Ferrata del Catinaccio d'Antermoia e poi il sentiero per la Val de Laussa e il sentiero delle scalette. Da questo punto si procede su un grande pianoro sino al lago de Antermoia e poco oltre al Rifugio d'Antermoia. Dal rifugio, passiamo su facile sentiero sotto al Sas de Dona, fino al Pas de Dona, dal quale si gode di uno splendido panorama sul Sasso Piatto, sul gruppo del Sella e sulla verdissima Val Dona. Si scende dal passo in direzione del Pian de la Gialine, passando sotto alla teleferica di servizio del rifugio d'Antermoia. Possiamo dare uno sguardo dalla Forcella Ciaresoles, per poi scendere attraverso prati in Val Dona, passando accanto ai primi masi, sino al bel rifugio Dona. Dal rifugio si prosegue sulla ripida stradina, facendo attenzione di imboccare il sentiero che si stacca sulla sinistra con indicazioni per la chiesa di Fontanazzo. Si sbuca nuovamente su una strada forestale che abbandoniamo subito per il più veloce sentiero che scende diretto verso Fontanazzo di sotto e da qui alla fermata degli autobus.

 

Omar Cauz

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.