• Stagione consigliata: Estate
  • Dislivello: 1000
  • Difficolta': E
  • Mappa tabacco: 01
Lago Bordaglia e Passo Giramondo (2005m)
  • Punti di appoggio: Casera Bordaglia di sotto, Casera Bordaglia di sopra
  • Perodo: agosto 2008
  • Partenza: Pierabech (1039m)
  • Acqua: è il regno dell'acqua...

 

Splendido percorso ad anello che permette di visitare uno dei luoghi più belli della Carnia e che va a toccare il confine con l'Austria. Il percorso non presenta difficoltà.

RELAZIONE:

 

Per raggiungere il punto di partenza bisogna imboccare la strada asfaltata che dal ponte sul torrente Degano (Forni Avoltri) conduce agli stabilimenti dell'acqua minerale Goccia di Carnia, dalle cui vicinanze è possibile lasciare l'auto in uno dei tanti spazi disponibili.

Da qui si procede in discesa verso il torrente Degano seguendo il segnavia CAI 141 o le indicazioni per la Casera Bordaglia e quindi con un comodo ponticello lo si attraversa. Si segue la mulattiera che costeggia il Rio Bordaglia sino a giungere al bivio con la strada sterrata contrassegnata con segnavia CAI 142 che sale a Casera Bordaglia di sotto. La strada prosegue con dei  lunghi tornanti, che possono essere tagliati con dei tratti su sentiero, allontanandosi progressivamente dal corso d'acqua, sino a quando circa a quota 1410m si raggiunge il prato di casera Bordaglia di Sotto alla quale si giunge con due ultimi tornanti su strada sterrata.

Proseguendo alle spalle della casera in direzione della cappella di S. Giovanni Bosco si imbocca il sentiero sulla sinistra, che lascia i pascoli e si addentra nuovamente nel bosco. In breve tempo si giunge ad una vasca dove è possibile fare rifornimento di acqua e uscendo nuovamente dal bosco, a Casera Bordaglia di Sopra. Da qui è obbligatoria una visita al Lago Bordaglia raggiungibile con comodo sentiero.

Ora si può procedere, senza ritornare in casera, salendo per i prati che scendono dal Passo Giramondo sino ad incrociare nuovamente il sentiero ora 142A che dopo un tratto pianeggiante ci porta al Passo Giramondo (2005m confine con l'Austria).

Percorrendo a ritroso il tratto pianeggiante bisogna quindi imboccare il sentiero CAI 142a-143 che attraversa il ghiaione che scende dalla Creta di Bordaglia, per poi nuovamente su un altipiano prativo, raggiungere il Laghetto Pera (1960m) sulle cui acque si specchia la Creta di Bordaglia. Si sale per un breve tratto sino a Sella Sissianis (1987m splendido panorama sulla valle di Fleons sino al Peralba) e si prosegue scendendo lungo la valle del Rio Sissianis raggiungendo i ruderi di casera Sissianis di Sopra (1690m) e in breve Casera Sissianis di sotto. Da qui parte una ripida strada forestale che ci riporta al punto di partenza passando per la Stretta di Fleons e la cava di marmo.

Omar Cauz

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.